Archivi mensili: luglio 2017

cover post

AI e MEDIA: qual è il vantaggio?

Si dice che un’immagine valga più di mille parole, ma in effetti è proprio questo concetto ad aver sempre reso complessa la categorizzazione dei contenuti visuali, specialmente quelli configurati in formato video. Per questi ultimi, infatti, sono di solito disponibili metadati molto generali relativi al contenuto oppure specificatamente tecnici inerenti il formato, ma comunque non

cover post

I chatbot rendono inutili i Call Center

Qualcuno potrebbe provocatoriamente rispondere a questa domanda, sostenendo che i call center sono spesso già ora piuttosto inutili, quando non addirittura irritanti e deleteri. Resta il fatto che, al di là dell’inopportuna (e talvolta molesta) insistenza delle telefonate commerciali che fanno da sottofondo alle nostre serate, i call center svolgono (o quanto meno dovrebbero) il

cover post

L’AI è un business della predizione?

Cosa fareste se poteste conoscere il futuro? Il fatto di poter sapere cosa accadrà domani in che modo potrebbe cambiare il vostro modo di agire oggi? Il tema, storicamente al centro delle più ardite fantasie umane, è stato il fulcro di racconti come “Minority report” di Philip K. Dick, da cui nel 2002 è stato

cover post

Esistono i chatbot intelligenti?

Possono esistere chatbot intelligenti? Sosteneva Socrate che “saggio è colui che sa di non sapere”. Potrebbe valere anche per i chatbot. Il primo comandamento quando si parla di questa innovativa forma di intelligenza artificiale dovrebbe dunque essere la serena ammissione dei suoi limiti. Paradossalmente, il vero problema dei chatbot sembrerebbe oggi risiedere proprio nel suo